In cosa consiste e come si svolge una lezione di poker

Dic 10, 2019

chip-cover-stefano-atzei

Il poker si dice essere un’arte e come tale la si può imparare.

Quale miglior modo quindi, oltre alla pratica, se non proprio attraverso una lezione di poker?

Se siete finiti a leggere queste righe sarete probabilmente al corrente dell’importanza del coaching nel poker per poter scalare pian piano i livelli e trasformare nel lavoro dei sogni la propria passione.

Quest’oggi vi spiegheremo nel dettaglio in cosa consiste e come si svolge una lezione di poker.

Che cos’è una lezione di poker

Possibile che il poker si possa imparare come a scuola? Grazie al salto in avanti fatto coi solver è possibile affinare la propria strategia di gioco fino a livelli impensabili prima d’ora.

Tuttavia non occorre necessariamente risolvere spot complicatissimi per dare legittimità a una lezione di poker, dal momento che ogni lezione dipende necessariamente da diversi fattori:

  • disciplina scelta
  • average buy-in (ABI) a cui si intende giocare
  • livello di competenze 

Ovviamente non esiste una “teoria generale sul poker”, sebbene sia possibile capire quali siano le soluzioni migliori da adottare in qualsiasi frangente dato un certo pool di avversari (field).

Nel poker non c’è nulla da “studiare” in senso stretto perché ogni situazione di gioco implica un numero di variabili da considerare talmente elevato da rendere impossibile la “risoluzione” del gioco. Quel che si può fare però è raggruppare alcune dinamiche simili e provare a identificare delle linee di gioco ideali per affrontare al meglio qualsiasi situazione.

Come si svolge una lezione di poker

Una lezione di poker dura mediamente da una a due (o più) ore (specialmente in caso di hand review) e si svolge generalmente online attraverso i moderni strumenti di comunicazione a disposizione, Skype su tutti.

Sia che si faccia parte di una scuola di poker SCOPRI QUI cosa è una scuola di poker – che si sia acquistato un pacchetto di lezioni di coaching privato le lezioni si dividono in tre macro categorie.

Lezioni di gruppo

Attraverso una video-conferenza su uno dei numerosi tool disponibili, un gruppo ristretto di allievi prenderà parte alla lezione, che può consistere in diversi elementi. I principali sono:

  • coaching di base – nozioni di strategia per chi è alle prime armi. Apprendimento linee di gioco standard e range in base alle posizioni.
  • coaching approfondito – analisi di dinamiche di gioco specifiche e introduzione nuovi concetti
  • hand review – analisi della hand history di una sessione/torneo di uno o più allievi. Si esamina il gioco e si discutono le ragioni delle scelte nel tentativo di capire se e dove occorre migliorare.

Lezione privata

In questo caso si presuppone che il coach conosca lo stile di gioco dell’allievo e pian piano lo aiuti ad affinare la propria strategia. Ciò accade spesso quando si intraprende un percorso di stakin/coaching – SCOPRI QUI cosa significa ricevere uno staking nel poker – anche se non esclusivamente. Ecco gli aspetti principali:

  • coaching approfondito (specifico) – analisi situazioni di gioco specifiche.
  • leak finder – analisi delle situazioni in cui si commettono gli errori principali
  • hand review – analisi approfondita della hand history di una sessione/torneo ed eventuale lavoro sulle statistiche degli altri regular per capire in che modo e quali accorgimenti apportare.

Lezione online

Se avete acquistato un corso online è probabile che vi dobbiate imbattere in qualche video di strategia, sia esso base o avanzato.

Capita però che anche le scuole di poker possano distribuire agli allievi del materiale in formato video, magari una sessione online giocata dal coach o una serie di slide con commento su alcune situazioni di gioco specifiche.

Ecco quel che potrete trovare in una lezione online:

  • concetti di base – video didattici sul gioco con lo scopo di apprendere i fondamenti
  • concetti specifici – situazioni di gioco approfondite che richiedono una buona conoscenza delle basi.
  • hand review – analisi con commento del coach di una hand history selezionata, sia di un allievo che del coach stesso.
  • sessione online – sessione con commento del coach e analisi delle situazioni critiche con spiegazione delle linee di gioco scelte.

Prima di rimettervi ai tavoli però, assicuratevi di aver capito per bene a cosa serva il bankroll nel poker, in caso contrario potete CLICCARE QUI per approfondire.

Se vi piacciono i nostri contenuti iscrivetevi al nostro gruppo su Facebook!

Photo Credits: Stefano ATzei

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Come giocare sui monotone board? Tira il freno…

Come giocare sui monotone board? Tira il freno…

Dara O'Kearney è uno dei più prolifici e stimati teorici del poker del momento, autore di numerosi libri di poker specializzati in diversi argomenti e frutto di approfondite e puntigliose ricerche. In un articolo pubblicato su pokerstrategy.com, Dara da un'occhiata ai...

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?