Perché solo un solver può calcolare la Equity Realization?

Ott 12, 2023

realizzazione equity poker

La realizzazione dell’equity è uno dei segreti più importanti per vincere a poker, e non utilizziamo la parola “segreto” a caso.

Purtroppo, nonostante abbia un impatto enorme nello sviluppo di una mano, a partire dal preflop fino all’ultima puntata, è a conti fatti incalcolabile per un essere umano.

Andiamo a vedere perché invece i solver sono capaci di questo miracolo, e come possiamo effettuare delle stime in game.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
1050 €
965 €
20 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Come fanno i solver?

L’equity realization si compone di molti fattori, e può spostare l’ago della bilancia della nostra equity grezza, diminuendola o anche moltiplicandola di molto.

Alcuni di questi fattori sono il gioco posizionale, i bluff e la fold equity, le azioni postflop, un range di mani preflop forte, suited e/o connector, skill e stack. Insomma, tante cose da considerare e con un impatto difficile da tradurre in percentuali.

I poker solver sono capaci di tanto perché a livello pratico ciò che fanno è simulare innumerevoli volte una mano in tutte le sue diramazioni, aggiustando di volta in volta le scelte per avvicinarsi il più possibile a un gioco a prova di exploit.

In questo modo per loro è “facile”: basta confrontare quanta equity viene effettivamente realizzata in tutte le simulazioni e paragonarla all’equity grezza calcolata in un certo punto. Risolvendo l’equazione Equity × Realizzazione × Pot = EV ottengono la percentuale di realization.

Va sempre notato che questa stima non considera la differenza di skill tra i due giocatori, ed è suscettibile delle scelte di oppo che potrebbe far crollare i calcoli giocando diversamente dall’ottimale.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
965 €
200 €
20 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Noi come possiamo fare?

Il primo consiglio è… di passare molte ore sui solver cercando di capire tutti i “perché”, farsi tutte le domande del caso e far sì che la nostra mente memorizzi i pattern al punto da avvicinarci a una buona stima in game. GTO Wizard offre una visione pratica e intuitiva della EQR.

Sì, perché con la sola mente umana, più che una stima non possiamo fare. Comunque possiamo tenere in considerazione i diversi fattori che influenzano la realizzazione dell’equity e cercare di capire “quanto” pesino nel calcolo finale.

Per il preflop è piuttosto semplice, ed è anche considerato nelle classiche tabelle di range che si trovano sul web. Ora avete capito perché giocano così tanti suited connector e così pochi connector off, nonostante la piccola differenza di equity? Avete capito perché i range si allargano in posizione?

Purtroppo più di così non vi possiamo aiutare in un semplice articolo. È il momento di studiare e di imparare che le pot odds non sono tutto, e che a volte dovremo rinunciare a un bel po’ di equity perché – per assurdo – sarà la scelta migliore.

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Sopravvivere ai cooler: le istruzioni di Jonathan Little

Sopravvivere ai cooler: le istruzioni di Jonathan Little

Tra le tante definizioni che possiamo dare del poker, c'è anche quella di 'gioco dei cooler'. Gli incroci infoldabili di carte premium sono infatti parte integrante del Texas Hold'Em. Ma come sopravvivere quando ci si ritrova dalla parte sbagliata del cooler? Sulle...

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?